“Zoom out to zoom in” una strategia vincente e cruciale per le imprese familiari

“Zoom out to zoom in” una strategia vincente e cruciale per le imprese familiari

Se avessi un’ora per risolvere un problema, passerei 55 minuti a pensare al problema e 5 minuti a pensare alle soluzioni“. Con la sua espressione, Albert Einstein mostra un atteggiamento dal quale imprenditori e manager nelle aziende familiari possono ancora imparare qualcosa oggi. Ci sono molti casi impressionanti di aziende che devono molto del loro successo alle soluzioni strategiche a cui i loro concorrenti non avevano pensato e che li hanno fatti rimanere nelle menti dei clienti per molti anni. Tali soluzioni derivano da una approccio strutturato di pensiero simile al problem solving.

Uno di questi esempi è Coca Cola. Anni prima che l’America prendesse parte alla Seconda Guerra Mondiale, la società è stata in grado di prevedere che il governo avrebbe imposto restrizioni all’utilizzo dello zucchero, una volta in guerra, che avrebbero causato un calo della produzione e danneggiato gravemente qualsiasi produttore di bibite. Pertanto, si è protetta da questo destino diventando uno dei fornitori ufficiali dell’esercito americano. In questo modo, non solo non è stata costretta a diminuire la sua produzione (poiché le sue scorte di zucchero erano destinate a servire i soldati anziché i civili), ma allo stesso tempo ha migliorato fortemente la sua reputazione nazionale e ha influenzato le preferenze di migliaia di uomini nelle truppe che, una volta tornati a casa, sarebbero rimasti appassionati bevitori di Coca Cola per il resto della loro vita.

Ma cosa c’entra questo episodio apparentemente fortuito con i family business di oggi? Questo è un chiaro esempio di un modello che porta le aziende moderne al successo: la capacità di chiedersi come potrebbe essere il futuro del loro settore e come dovrebbero reagire oggi per avere le armi per vincere domani. La Coca Cola è stata capace di prevedere il probabile scenario di un conflitto globale e di trasformare questa minaccia in un’opportunità, agendo prima che i fattori esterni diventassero critici.

Questo approccio di “zoom out to zoom in” è uno degli argomenti che Deloitte affronta nella sua relazione “Questioni e opportunità della società privata 2020 – Edizione di impresa familiare, che indaga molti aspetti dell’essere un’azienda familiare nel 2020. Deloitte presenta la tecnica dello “zoom out to zoom in” come cura efficace dalla “miopia del breve termine causato dallo sviluppo” dei leader.

Tuttavia, secondo i dati di Deloitte, questo modello non viene applicato così frequentemente dalle imprese familiari, al contrario delle grandi aziende quotate della Silicon Valley, che ne hanno fatto una strategia consolidata. Queste aziende si chiedono costantemente come sarà il loro mercato e il loro settore tra 10 o 20 anni e quali sono i fattori chiave di successo di cui un’azienda avrà bisogno per essere leader  in tali scenari (zoom out). Sulla base di tali analisi, poi, classificano le loro priorità per gli investimenti da effettuare nei prossimi 6-12 mesi (zoom in).

Più della metà dei proprietari di imprese familiari che hanno risposto al sondaggio di Deloitte, invece, credono di essere pronti ad affrontare le sfide dei prossimi due decenni, ma quando si tratta di processi formali e pianificazione strategica, raramente vanno oltre i prossimi cinque anni. Questa tendenza sottolinea il rischio per le imprese familiari di rimanere bloccate nel qui ed ora, cercando di stare al passo con cambiamenti dell’ambiente esterno sempre più rapidi e continui, invece di prepararsi ad avere un ruolo significativo nel futuro.

Concependo possibili scenari futuri, stimando ciò che probabilmente avrà più importanza e, solo successivamente, concentrandosi sulle tattiche di breve termine, qualsiasi azienda può beneficiare di un first-mover advantage che potrebbe aiutarla a prevalere sulla concorrenza. Tuttavia, il metodo “zoom out to zoom in” risulta essere ancora più efficace per le aziende di famiglia, in cui la leadership rimane la stessa per molto più a lungo rispetto alle public companies e i dirigenti possono effettivamente vedere i risultati degli investimenti a lungo termine.